Home
  Autori
Mario Castelnuovo - Tedesco

Castelnuovo Tedesco
Nacque a Firenze nel 1895, figlio di una famiglia ebrea. Già negli anni Trenta si affermò come uno dei compositori italiani più conosciuti e apprezzati nel mondo. Dopo aver conseguito il diploma in pianoforte al conservatorio Cherubini di Firenze, nel 1914, divenne allievo in composizione di Ildebrando Pizzetti e, con lui, si diplomò al conservatorio di Bologna nel 1918.

Negli anni a cavallo tra le due guerre mondiali, Castelnuovo - Tedesco si affermò artisticamente come compositore e come interprete. Nell'estate del 1924 conobbe Giacomo Puccini e strinse amicizia con Arturo Toscanini. che restera suo amico per sempre e dirigerà molte delle sue composizioni.

Al festival di Venezia del 1932 conobbe il musicista madrileno Andrés Segovia, grande maestro di chitarra classica. Dall'amicizia con quest'ultimo nacque in lui l'amore per la chitarra, strumento al quale, negli ultimi anni di vita, affiderà le pagine più intime e autobiografiche della propria carriera.

Nel 1936 Castelnuovo Tedesco entrò in contatto con Luigi Pirandello che stava completando la stesura de I giganti della montagna. La rappresentazione, prevista nei Giardini di Boboli durante il Maggio musicale fiorentino, non avvenne a causa dell'improvvisa morte dello scrittore. Pirandello lasciò il dramma incompiuto ma Castelnuovo Tedesco lo mise in musica, comunque, in amoggio al grande scrittore. .

Costretto a lasciare l'Italia nel 1939 a causa delle leggi razziali, Castelnuovo Tedesco si trasferì con la famiglia negli Stati Uniti dove, grazie all'interessamento di Toscanini, ottenne un contratto dalla casa cinematografica Metro Goldwin Mayer come compositore di musica da film. Alla scadenza del contratto, nel 1943, non lo rinnovò perché preferì lavorare da free lance per varie compagnie cinematografiche.

Nel 1944 Castelnuovo Tedesco partecipò alla realizzazione dell'idea di Nathaniel Schilkret, clarinettista e compositore statunitense: la composizion della suite Genesi che illustrava i vari episodi della Bibbia. Il lavoro avrebbe dovuto coinvolgere compositori provenienti da diversi paesi. Al progetto, pensato per voce narrante, coro e orchestra parteciparono sei autori: lo stesso Schilkret, che compose La Creazione; Ernst Toch, di Berlino che compose Arcoiris; Alexandre Tansman, polacco, che compose il Paradiso terrestre, Darius Milhaud, francese a cui fu affidata la composizione della parte su Caino e Abele; il gigante russo Igor Strawinskij compose la parte relativa alla Torre di Babele; infine Schoenberg, tedesco compose il Chaos. A Castelnuovo Tedesco fu affidato Il Diluvio.

Due anni dopo, nel 1946, Castelnuovo Tedesco e la sua famiglia ottennero la cittadinanza statunitense.

Morì a Los Angeles nel 1968, considerandosi sempre figlio di due Patrie: l'amata l'Italia che era stato costretto a lasciare e gli Stati Uniti che l'avevano accolto.

Composizioni

Castelnuovo-Tedesco fu un autore molto prolifico. Nel corso della sua carriera scrisse, tra l'altro, sei opere liriche, cinque oratori, undici ouvertures per altrettanti lavori shakespeariani e quattro balletti. Oltre a concerti per pianoforte, violino, chitarra, violoncello, arpa e oboe. Scrisse, inoltre, più di cento composizioni per pianoforte e altrettante per chitarra; più di cento composizioni corali; quasi quattrocento composizioni vocali e un gran numero di composizioni cameristiche.

Appartengono al repertorio del coro:

Pallino Memento

Associazione Culturale Coro Hispano-Americano di Milano