Home
  Autori
Sylvia Soublette

Sylvia Soublette è una delle figure più prestigiose del mondo musicale latinoamericano. Non solo è compositrice, cantante, strumentista e formatrice ma ha creato, con successo, prestigiosi gruppi musicali e si è occupata di direzione di cori oltre che di allestimento operistici.

Nata a Vigna Del Mar nel 1923, crebbe in una famiglia di appassionati musicisti. Furono, infatti, la nonna paterna, pianista e compositrice, la madre cantante e il padre suonatore di violoncello che la appggiarono nelle sue inclinazioni artstiche.
Sylvia studiò canto all'Accademia Santa Cecilia, scuola strettamente legata al Conservatorio di Musica di Valparaiso e, sin da bambina, siimpegnò a formare piccoli gruppi musicali con i suoi amici e i suoi parenti.

Nel 1941, al termine degli anni di collegio, Sylvia diede vita al Coro Femminile Viña del Mar. Visto il successo di questa esperienza, decise di creare un secondo coro, questa volta maschile, all'interno della Pontificia Universidad Católica di Valparaiso. Con entrambi i gruppi formò, nel 1945, il primo coro misto dell'Univeristà e, a soli 22 anni di età, si azzardò ad affrontare con successo un repertorio rinascimentale, barocco e romantico.

Nel 1946 si sposò con il politico cileno Gabriel Valdés, anche lui e la sua famiglia molto coivolti con l'ambiente musicale cileno: sua madre, infatti, era una pianista e suo padre suonava il chelo, mentre sua sorella Margherita aveva sposato Alfonso Letelier.

Sylvia Soublette
 

Il suo ingresso nella famiglia del marito le aprì molte di opportunità per la sua formazione musicale e per la sua carriera.
Con amici e parenti formò l'Octeto de Santiago, composta da lei da Blanca Valdés (soprano) da, Margarita Valdés e Luz Errázuriz (contralti), Sergio Ossa, Hernán Würth (tenori), Alfonso Letelier e Gabriel Valdés (bassi). Il prestigioso Octeto affrontò principamente autori contemporanei come Debussy, Ravel, Francis Poulenc, Darius Milhaud.

Nel 1960 fu chiamata a lavorare presso la Pontificia Universidad Católica di Valparaiso come cofondatrice del Gruppo di Musica Antica creato da Juana Subercaseaux, gruppo a cui parteciparono musicisti, cantanti e ballerini di fama. Il gruppo rappresentò un importante posizione nell'attività musicale in Cile e fu il pimo gruppo di musica antica del paese da cui ben presto si staccò per recarsi in lunghe tournee negli Stati Uniti, Perú, Messico, Spagna,, Francia, Italia, Yugoslavia, Rumania, Grecia e Russia.

In seguito al golpe militare cileno del 1973, lei e il marito andarono a vivere negli Stati Uniti. In seguito fecero conoscenza con José Antonio Abreu, il reatore del Sistema de Orquestas Juveniles venezuelano., Sylvia rimase in quel paese per due anni a lavorare alla creazione di un gruppo musicale di musica antica l'Ars Musicae, attivo ancora oggi con il nome di Camerata Nacional Juvenil de Caracas.

Negli anni ottanta ritornò in Cile dovre trovò un paese che la dittatura aveva cambiato profondamente. Questa nuova realtà le provocò una profonda depressione. Allo scopo di sottrarsi alla depressione, su suggerimento di Emilio Rojas un suo ex alunno, nel 1981 si trasferì Concepción dove diede vita al Centro Musicale San Francisco e alla Canturía San Francisco, un nuovo gruppo di musica antica ubicato a . Con questo gruppo avviò un'intensa attività di ricerca musicale per il recuper del Barocco latinoamericano e monteverdiano. Purtroppo il gruppo ebbe breve vita causa i problemi con i sostenitori. In risposta Sylvia creò, nel 1991, la Corporación Cultural Instituto de Música de Santiago all'interno della Universidad Academia de Humanismo ristiano.

Nell'Instituto di Música di Santiago Sylvia,, per oltre dieci anni, si occupò della formazione di molti giovani musicisti e produsse una serie di opere antiche come L’incoronazione di Poppea di Claudio Monteverdi e Dido y Eneas de Henry Purcell, oltre all'opera contemporanea María de Buenos Aires di Astor Piazzolla, ciascuna delle quali fu interpretata da artisti cileni e da artisti internazionali.

Nel 2006 Sylvia, con il marito, si recò in Italia dove si dedicò alla composizione di una messa per coro misto, solisti, organo e violoncello. Opera realizzata con il Coro de Cámara della Universidad Alberto Hurtado, sotto la direzione di Guido Minoletti.

Nel 2009 Sylvia tornò a Santiago, luogo dove risiede tuttora.

Opere

  • Sonetos sobre textos de Pablo Neruda
  • Anoche estando durmiendo
  • Suite para violín y piano
  • En los bosques
  • Sabrás que te amo
  • Dos amantes dichosos
  • Misa romana para coro mixto, solistas, órgano y violonchelo (2008)
  • Misa romana para coro mixto, solistas y orquesta (2012)
  • Stabat Mater dolorosa para coro femenino y continuo (2012)

Istituzioni e gruppi musicali creati da Sylvia Soublette

  • Coro Femminile Viña del Mar (1941)
  • Coro Maschile Universidad Católica de Valparaíso (1945)
  • Coro dell'Universidad Católica de Valparaíso (1945)
  • Octeto de Santiago (1950s)
  • Gruppo di Música Antigua de la Universidad Católica de Chile (1960)
  • Ars Musicae (1976)
  • Centro Musical San Francisco (1981)
  • Canturía San Francisco (1981)
  • Corporación Cultural Instituto de Música de Santiago (1991)

Premi

  • Premio alla Crítica (1997) del Círculo de Críticos de Arte de Valparaíso
  • Medalla de la Música (1998) del Consejo Chileno de la Música
  • Medalla Centenario UC (2012) della Pontificia Universidad Católica de Chile
  • Medalla d'Oro Elisabeth Sprague Coodlige (1964), dall'Harriet Cohen International Music Award per il miglior Gruppo da Camera dell'anno
  • Premio della Crítica (1974),per il montaggio di El descubrimiento de América nel Museo Nacional de Bellas Artes


Nel repertorio del coro:

Pallino Dos amantes dichosos

Pallino Del rosal vengo


Associazione Culturale Coro Hispano-Americano di Milano